June 12, 2018

March 29, 2018

February 28, 2018

November 22, 2017

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

Le trecce dell’estate

July 25, 2017

Le trecce sono una delle tendenze capelli che non accenna ad attenuarsi. Di anno in anno, di stagione in stagione, sono sempre lì sulla testa delle celebrità e delle donne di tutto il mondo. Anche se la stagione preferita delle pettinature intrecciate è la più calda. Perché raccogliere i capelli, si sa, è un valido escamotage per rinfrescare la testa. Le trecce dell’estate 2017 sono molte e molto differenti l’una dall’altra.

 

La più copiata. Quella di Kim Kardashian. Non una sola treccia ma due trecce che partono dalla testa e arrivano fino alla schiena. Caratteristiche fondamentali: le trecce sono due,  simmetriche tra di loro e lunghissime. L’ultima a copiare le trecce di Kim è stata Katy Perry che nella foto pubblicata su Instagram si è soprannominata Katy Kardashian. La doppia K c’è, le trecce pure.

 

La più classica. Quella di Alexa Chung. Unica e alla francese, parte da sopra la testa e si sviluppa sul dietro. La sua lunghezza è media. E, almeno una volta nella vita, ce la siamo fatta fare tutte.

 

La più pop. Quella di Jennifer Lopez che non rinuncia alla sua amata coda di cavallo. Per farla si parte proprio da lì, dalla coda di cavallo, alta e al centro della testa. La chioma, così raccolta, si divide in tre ciocche che si intrecciano tra di loro. È in assoluto la treccia migliore per alleviare il calore.

 

Le più hippie. Poche o tante non importa. Ma sono piccole e leggermente sfatte. Dislocate in punti diversi della testa, decorano una chioma spesso lasciata sciolta. A proporla in passerella sono Roberto Cavalli e Uma Wang.

 

La più cool. Quella suggerita da Eugene Souleiman, Global Creative Director Care & Styling di Wella Professionals, appassionato di trecce. Dal backstage delle sfilate ci suggerisce che la treccia che andrà di moda quest’estate è disordinata, molto naturale. Per farla bene occorre farla il giorno prima. Dormirci sopra e la mattina seguente sarà perfetta.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag